CONSERVAZIONE
INTONACI DI TRADIZIONE
APPARATI DECORATIVI IN STUCCO
DECORAZIONE DI INTERNI
CONSULENZA TECNICA
INTERVENTI REALIZZATI
CONSERVAZIONE E RESTAURO
MARMORINI NATURALI TRADIZIONALI
STUCCHI E ORNATI
DECORAZIONI DI INTERNI
CHI SIAMO
CONTATTI
ATTIVITA’ FORMATIVE
OPPORTUNITA’ LAVORATIVE
CREDITS
Uni.S.Ve.
Unione Stuccatori Veneziani

Nella tradizione veneziana lo stuccatore era l'artigiano che, lavorando a fianco dell'architetto, degli scal- pellini, pittori, falegnami, terrazzieri e tappezzieri, realizzava le decorazioni e le finiture di ogni edificio. Unione Stuccatori Veneziani nasce nel 2001 come l'unione di un gruppo di artigiani - stuccatori, discepoli del maestro veneziano Mario Fogliata, con l'intento di sostenere e mantenere viva questa professione quasi dimenticata. Da qui la scelta netta di utilizzare solo i materiali e le tecniche della tradizione, scartando qualsiasi prodotto di derivazione industriale e premiscelato, ma non rinunciando alla ricerca e sperimentazione su materiali e tecniche tradizionali.
Oggi Uni.S.Ve. Srl è organizzata in tre sezioni, con specializzazioni e operatori specifici: la sezione stucchi e intonaci di tradizione, la sezione conservazione e restauro, la sezione decorazione d'interni.

Lo Stucco
Intonaco di tradizione

Il marmorino ha origini antichissime, già conosciuto dai greci, è molto diffuso nell’antica Roma: ad esso si riferiscono Vitruvio e Plinio, quando parlano di “albarium opus”, cioè stucco, intonaco bianco.
Lo stucco forte o marmorino sono composti da una miscela variabile di calce aerea stagionata e polveri di marmo che nelle mani dello stuccatore prende forma per diventare una superficie levigata simile al marmo, dipinta ad affresco, con decorazioni, fregi e fasce a rilievo, con stucchi, cornici, lesene ed elementi architettonici o figurativi.
La conoscenza dell’arte dello stucco e delle tecniche tradizionali di esecuzione di intonaci di calce, di affreschi, di marmorini e di decorazioni e fregi a rilevo è necessaria per affrontare correttamente la manutenzione, il restauro e la conservazione del patrimonio storico artistico.

Conservazione
Principio minimo intervento

La strategia progettuale di un intervento di restauro basato sul criterio del “minimo intervento”, su un oggetto o un edificio, mira alla conservazione e al massimo mantenimento della struttura e dei materiali originali che lo definiscono: tale principio vuole “facilitare la lettura” del manufatto oggetto di intervento. La Carta del Restauro del 1972 all’art. 4 recita, “s’intende per restauro qualsiasi intervento volto a mantenere in efficienza, a facilitare la lettura e a trasmettere integralmente al futuro le opere”.
Quindi uno degli obiettivi del restauro conservativo è quello di far leggere, se possibile, l’opera nelle sue diverse forme e in tutta la sua complessità, per comprendere la storia e il valore di cui è portatrice. Oltre alla conservazione, l’obiettivo diventa quello di svelare la natura dell’oggetto nelle sue fasi storiche, mostrandone le stratificazioni e le trasformazioni.

Corsi di decorazione murale
Corsi base di tecnica del graffito, di affresco, modanature architettoniche e uso dei colori

Corsi di decorazione murale

Da maggio fino a settembre, in provincia di Prato a Figline, l’Associazione Forum Italiano Calce e il Laboratorio per Affresco “Elena e Leonetto Tintori” propongono una serie di corsi base teorici e pratici sulle Antiche tecniche di decorazione murale: utilizzo artistico del grassello di calce nella pittura murale antica giunta alla seconda edizione. Questi corsi brevi, della durata di 20 ore ciascuno, si svolgono e concludono in un weekend dal venerdì alla domenica e hanno come obiettivo quello di far conoscere i materiali antichi (pigmenti, leganti, ecc.) e le tecniche pittoriche (graffito, affresco, decorazione) che fanno uso artisticamente del grassello di calce. I corsi, con un massimo di 10 partecipanti, si rivolgono a tutti coloro che sono interessati all’argomento, ma è preferibile avere già delle nozioni artistiche di base o familiarità ed esperienza con la pittura.

Di seguito in dettaglio le date e la descrizione dei corsi

 

CORSO BASE PER IMPARARE LA TECNICA DEL GRAFFITO il 7, 8 e 9 maggio 2010, docente Franco Milani

La finalità del corso teorico pratico, è quella di poter fornire agli operatori del settore artistico quali pittori, decoratori, addetti al restauro, la possibilità di potersi avvicinare alla tecnica del graffito, per conoscere le potenzialità della calce e delle sue relative varianti. Ogni partecipante realizzerà un graffito nel pieno rispetto delle modalità e dei tempi esecutivi corretti, dettati dalla tecnica artistica in questione.

 

Programma

- il ciclo della calce

- presentazione del Forum Italiano Calce

PRIMA PARTE

- preparazione dei materiali per eseguire la tecnica del graffito

- stesura dell’intonaco di allettamento

- studio della granulometria e della composizione della malta di sottofondo

- preparazione del latte di calce per la scialbatura superficiale e l’addizione dei pigmenti colorati

SECONDA PARTE

- elaborazione di un disegno preparatorio

- esecuzione del graffito

 

CORSO BASE PER CONOSCERE E IMPARARE AD ESEGUIRE UN AFFRESCO il 11, 12 e 13 giugno 2010, docente Franco Milani

La finalità del corso, pur nella sua brevità, è quella di fornire ai diversi operatori del settore artistico la possibilità di conoscere e di avvicinarsi alla tecnica dell’affresco, mediante una serie di lezioni teorico-pratiche ben mirate. Verranno insegnati i tempi corretti della tecnica a “buon fresco” e il rigore esecutivo che questa tecnica richiede.

Programma

- il ciclo della calce

- presentazione del Forum Italiano Calce

PRIMA PARTE

- studio dei materiali costituenti l’affresco: tipologia dei supporti, tipologia di inerti, tipologia di leganti

- preparazione delle malte di allettamento (rinzaffo, arriccio, intonaco, intonachino)

- tavolozza dei pigmenti compatibili con la tecnica dell’affresco

SECONDA PARTE

- elaborazione di una “giornata” ad affresco dipingendo su un piccolo supporto mobile predisposto all’occorrenza

 

CORSO BASE PER IMPARARE A DIPINGERE LE CORNICI E LE MODANATURE ARCHITETTONICHE il 9, 10 e 11 luglio 2010, docente Enrico Paoletti

La finalità del corso teorico-pratico, è quella di riuscire ad acquisire la tecnica di base per progettare e dipingere una modanatura architettonica. Per la breve durata e per la specificità tematica del corso, è preferibile avere già una certa dimestichezza con gli attrezzi del mestiere: calce, pigmenti, e pennelli tiralinee. Si lavorerà su cavalletto esclusivamente in verticale.

 

Programma

- il ciclo della calce

- presentazione del Forum Italiano Calce

PRIMA PARTE

- studio delle tecnica del chiaroscuro e della teoria delle ombre, in relazione all’uso strettamente pittorico

SECONDA PARTE

- progettazione di una modanatura architettonica su supporto ligneo di  formato di 80x80 cm

- utilizzo della riga da quadraturisti

- preparazione di tinte a calce in base alle sfumature scalari tipiche della decorazione architettonica

 

CORSO BASE PER INIZIARE A CONOSCERE LA STORIA, LA TECNICA, E L’USO DEI COLORI il 17, 18 e 19 settebre 2010 docente Cristina Grandin

La finalità del corso è quella di far conoscere ad operatori esperti, che abbiano già una maturata familiarità con i colori (artisti, restauratori, architetti, chimici) le qualità espressive e materiali che i colori rivestono in pittura, nel restauro, nella scienza e nella storia, delle diverse espressioni artistiche.

Programma

- il ciclo della calce

- presentazione del Forum Italiano Calce

PRIMA PARTE

- proprietà tecniche dei  vari pigmenti in relazione al loro specifico utilizzo nella pittura murale

- problematiche di degrado che i colori incontrano invecchiando sul muro.

SECONDA PARTE

- sperimentazione tematica di una serie di mescolanze pittoriche combinado i vari pigmenti con il bianco di calce e/o altri pigmenti bianchi

- osservazione dei diversi effetti estetici ottenuti

 

Per ulteriori informazioni

FORUM ITALIANO CALCE

E-mail: segreteria@forumcalce.it

Segreteria: cell. 327 5328288





Torna indietro
  UNI.S.VE. S.r.l. - Unione Stuccatori Veneziani - PI 03802540272 - Dorsoduro 1149/A Venezia